011 696.16.22

Chiamata diretta

 

La revisione viene videoregistrata

Dal 1° gennaio 2015 è stato introdotto l’obbligo per chi effettua le revisioni dei veicoli di possedere un sistema di videosorveglianza collegato alla Motorizzazione, per evitare le frodi a discapito, e direi più spesso “a favore”, dei clienti che affidano la propria auto per i controlli regolari.

Il sistema è già pronto e si chiama “MCTC Net2″ e consentirà agli addetti della motorizzazione civile di verificare che all’interno dell’attività venga svolta la revisione secondo i canoni di legge e con i macchinari corretti.

Tutto ciò, sarà a costo degli esercenti.

Una novità scomoda, insomma, che dovrebbe consentire revisioni effettuate e superate a norma di legge anche da quei mezzi ormai vecchi o malfunzionanti, che non avrebbero superato l’esame in condizioni regolari.

La Motorizzazione MCTC, su segnalazioni o a campione, effettuerà controlli regolari per certificare la regolare operazione svolta all’interno delle officine.

Quindi, conviene far controllare l’auto dalla vostra officina‬ di fiducia PRIMA di prenotare la revisione!

 

Le scadenze di revisione per il 2022:

– tutti i veicoli inclusi motocicli e ciclomotori immatricolati nel 2018

– tutti i veicoli inclusi motocicli e ciclomotori, che hanno fatto la revisione nel 2020

Revisione confermata, naturalmente, anche per quei mezzi che devono essere controllati ogni 12 mesi e nello specifico:

– i veicoli con più di nove passeggeri
– autocarri e rimorchi con massa a pieno carico superiore a 3,5t
– i veicoli in servizio pubblico di piazza e le ambulanze.

 

Dove fare la revisione:

Sia la Motorizzazione che le circa 8.000 officine autorizzate dalle Province in Italia possono svolgere la revisione al veicolo, che andrà completata entro e non oltre il mese corrispondente all’ultima revisione (o immatricolazione).

 

Auto d’importazione

Per questa categoria, gli automobilisti dovranno tenere presente l’anno di immatricolazione originaria e non quello di ingresso sul territorio italiano.

 

Le sanzioni

Per chi circola senza aver completato al revisione nei termini previsti, le sanzioni partono da 169 euro ma possono arrivare a 8.000 euro.

Sempre inclusa è anche la ulteriore sanzione della sospensione dalla circolazione del mezzo risultato privo di revisione: non  sarà possibile circolare fino a quando l’auto o il veicolo avrà superato la revisione. Per questo motivo, le forze dell’ordine che elevano la contravvenzione annoteranno sulla carta di circolazione che da quel momento la circolazione del veicolo è sospesa in via generale e consentita solo per portare il veicolo alla revisione.

Per i “recividi”, quindi chi avesse già “saltato” anche una precedente revisione biennale, è previsto la sanzione raddoppiata, con pene molto salate: appunto fino ad 8 mila euro.

 

 

QUINDI E’ ALTAMENTE CONSIGLIABILE FARE ATTENZIONE ALLA REVISIONE, COSÍ COME FARE CONTROLLI PRE-REVISIONE PRESSO LA PROPRIA OFFICINA DI FIDUCIA